Endocrinologia

Bernadette Biondi

Bernadette Biondi

Università di Napoli Federico II
Napoli, Italia
Marco Cappa

Marco Cappa

Università di Roma “La Sapienza” Roma, Italia
Roma, Italia
Antonio Ceriello

Antonio Ceriello

IRCCS MultiMedica
Milano, Italia
Ernesto Maddaloni

Ernesto Maddaloni

Università di Roma “La Sapienza” Roma, Italia
Roma, Italia

· Bernadette Biondi ·

Bernadette Biondi è Professore Ordinario di Medicina Interna presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dove insegna endocrinologia cardiovascolare e svolge attività di ricerca sulla tiroidiologia clinica, con particolare attenzione alla disfunzione tiroidea subclinica. Recentemente è stata membro dell’Awards Committee Roster dell’American Thyroid Association e ha presieduto la task force della European Thyroid Association per lo sviluppo di linee guida di pratica clinica per la diagnosi e il trattamento dell’ipertiroidismo subclinico nel 2015. È anche membro del comitato editoriale di importanti riviste scientifiche come Clinical Thyroidology e Frontiers in Thyroid Endocrinology. Il Professor Biondi è autore e coautore di numerosi articoli pubblicati su riviste tra cui American Journal of Medicine, Annals of Internal Medicine, Circulation, Endocrine Reviews, The European Heart Journal, The European Journal of Endocrinology, Endocrinology Metabolic Clinics of North America, Journals dell’American College of Cardiology, The Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, JAMA, Lancet, The New England Journal of Medicine and Thyroid.

· Marco Cappa ·

Marco Cappa è Responsabile dell’Unità di Endocrinologia del Dipartimento di Pediatria, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Roma e Palidoro, Professore di Endocrinologia Pediatrica e Pediatria presso l’Università La Sapienza di Roma e Professore di Pediatria presso l’Università Tor Vergata, Roma, Italia. Le specialità del professor Cappa comprendono l’endocrinologia, la pediatria e la medicina dello sport. Dal 2011 al 2013 è stato Presidente della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (ISPED). Le sue principali aree scientifiche di interesse includono neuroendocrinologia e genetica, test dell’ormone della crescita, adrenoleucodistrofia, iperplasia surrenale congenita e sindrome di Prader Willi, rari disturbi della tiroide. È membro di diverse organizzazioni, tra cui la Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica, la Società Europea di Neuroendocrinologia, la Società Endocrina e la Società Europea di Endocrinologia Pediatrica. Il Professor Cappa fa parte del comitato editoriale del Journal of Sports Medicine and Physical Fitness e dell’Italian Journal of Pediatrics, ed è revisore per il Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, il Journal of Endocrinology Investigation, l’Italian Journal of Pediatrics, il Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, Clinical Endocrinology, the Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry e the Journal of Pediatrics. Autore e coautore di oltre 450 (345 con IF h-Index 44) pubblicazioni in extenso su riviste come Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, Lancet, Hormone Research, Journal of Pediatrics, American Journal of Medical Genetics, Neurology e Journal of Pediatric Endocrinology and Metabolism, è anche editore di 11 libri internazionali e autore di oltre 100 capitoli di libri e ha condotto più di 25 studi clinici nel campo dell’endocrinologia pediatrica.

· Antonio Ceriello ·

Antonio Ceriello è attualmente un pluripremiato consulente di ricerca presso l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) MultiMedica, Milano, Italia. Ha lavorato a livello internazionale sia clinicamente che nella ricerca.
I suoi interessi di ricerca sono incentrati sulle malattie cardiovascolari e sul diabete. È stato consulente presso il National Institute of Health (NIH), negli Stati Uniti dal 2003 al 2005, e membro del comitato di redazione delle linee guida dell’American Heart Association sull’iperglicemia acuta e sulle sindromi coronariche acute. Ha svolto un ruolo determinante sia nello sviluppo (2008) che nell’aggiornamento (2011) delle linee guida del comitato della International Diabetes Federation (IDF) per la gestione del glucosio post-pasto. Attualmente è presidente del gruppo di studio sul diabete e sulle malattie cardiovascolari dell’Associazione europea per lo studio del diabete (EASD). Il Professor Ceriello è stato coinvolto nella stesura di numerose linee guida tra cui le Linee guida europee sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari nella pratica clinica (2012), le Linee guida della Società Europea di Cardiologia (ESC) su diabete, pre-diabete e malattie cardiovascolari sviluppate in collaborazione con l’EASD (2013 e 2019) e il Consensus internazionale sulle metriche di monitoraggio continuo del glucosio per gli studi clinici sviluppato da ADA, ADCES, EASD, ISPAD, JDS, JDRF e approvato da FDA ed EMA (2022). È stato nominato dall’IDF co-presidente per lo sviluppo delle Linee guida 2023 per la gestione del diabete di tipo 2 in diversi contesti e presidente del meeting globale IDF del 2024. Attualmente è anche il rappresentante dell’IDF per l’azione globale volta a sviluppare una tabella di marcia di ricerca e azione per la malattia del fegato grasso, nonché a sviluppare il documento politico dell’IDF-ISN sulla nefropatia diabetica (in collaborazione con l’OMS) e la raccomandazione e la pratica cinica sull’obesità progetto educativo (in collaborazione con WOF).
Il Professor Ceriello ha pubblicato oltre 500 articoli originali e diversi capitoli di libri. Il suo attuale indice h è 119 (Google Scholar). È stato redattore associato di Diabetes Care (2003–2011) e Diabetic Medicine (2005–2016). Attualmente è redattore capo di Diabetes Research and Clinical Practice, la rivista ufficiale dell’IDF (attuale IF 8.18) e fa parte del comitato editoriale di Cardiovascolare Diabetologia.

· Ernesto Maddaloni ·

Il Dott. Ernesto Maddaloni, è attualmente Professore Associato di Endocrinologia e Diabete presso l’Università La Sapienza di Roma, Italia. Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia, Specialità Clinica in Endocrinologia e Diabete e il Dottorato di Ricerca in “Scienze Biomediche Integrate e Bioetica” presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma. È entrato a far parte della Sezione di Biologia Cellulare Vascolare del Joslin Diabetes Center (Harvard Medical School) per una borsa di ricerca post-dottorato nel 2014 e della Diabetes Trial Unit dell’Università di Oxford nel 2017 come allievo della Fondazione Europea per lo Studio della Diabetes (EFSD) Future Leaders Mentorship Program, per perseguire attivamente i suoi studi sul diabete clinico, sugli esiti cardiovascolari e sulle nuove complicanze del diabete. I suoi interessi di ricerca si concentrano sullo studio degli adulti con diabete autoimmune e sull’interazione tra complicanze vascolari, salute delle ossa e autoimmunità. Dopo l’epidemia di infezione da Sars-CoV2, ha contribuito anche con articoli originali che valutavano la stretta relazione tra diabete e comorbidità correlate con Covid-19. Il dottor Maddaloni è stato ricercatore e coordinatore di numerosi studi clinici nazionali e internazionali e ha pubblicato come autore principale in diverse riviste mediche internazionali di alto livello sottoposte a revisione paritaria. I suoi risultati scientifici sono stati riconosciuti con numerosi premi, tra cui l’Albert Renold Fellowship 2015 della Fondazione Europea per lo Studio del Diabete, il Young Investigator Awards 2017 (under 32) e 2021 (under 35) della Società Italiana di Endocrinologia (SIE). , l’Early Investigator Award 2017 della Endocrine Society (USA) e il Young (under 35) Investigator Award 2020 della Società Italiana del Diabete (SID).

· Martin O. Savage ·

Martin Savage is Emeritus Professor of Paediatric Endocrinology at William Harvey Research Institute, Barts and the London School of Medicine & Dentistry, Queen Mary, University of London. He was head of the Paediatric Endocrine Unit at Barts and the London School of Medicine from 1982 to 2007. He has interests in growth disorders, specifically those with abnormalities in the GH-IGF-1 axis and in phenotype-genotype relationships of GH-IGF-1 axis defects, notably GH resistance. He published the first human case of an IGF-1 gene defect in the New England Journal of Medicine in 1996.  His other interests are Cushing’s syndrome and growth in chronic inflammatory diseases. He was General Secretary of the European Society for Paediatric Endocrinology (ESPE) from 1997 to 2004. He has lectured in 61 countries and has published 472 original articles, reviews, textbook chapters and books. In 2007, he was awarded the ESPE Andrea Prader Prize for contributions to paediatric endocrinology and in 2018 he received a Visionary Award from the American Human Growth Foundation. In 2022, he received a Research Excellence Award from the Dr Sulaiman Al Habib Medical Journal in Riyadh, and the British Society of Paediatric Endocrinology & Diabetes James M. Tanner Lifetime Achievement Award. He continues to lecture nationally and internationally.